Bernardino Zappa, L’Eco di Bergamo

“Interprete completo, a tutto tondo, sia sul versante tecnico sia per la splendida ariosità del periodare, Tampalini si è fatto ammirare per una peculiare polifonia di tocco, capace di delicatezze sofisticate: una varietà di colori sovrapposti gestita con nitore pregevole, con intelleggibilità e autonomia delle diverse componenti. Disinvolto tanto nel Novecento di Castelnuovo-Tedesco e di Gilardino, quanto negli echi tecnici di Barrios e Rodrigo, Tampalini si distingueva sempre per il nitore rotondo e molto intenso del suo canto.”