Duo Maida-Tampalini

Guitar Duo
Fabio Maida-Giulio Tampalini

Works by L. Boccherini, M. De Falla, I. Albeniz, R. Gnattali, P. Bellinati

FABIO MAIDA, nato a Caltanissetta, ha studiato chitarra classica sotto la guida del Maestro Salvo Pirrello diplomandosi presso il Conservatorio “A. Scontrino“ di Trapani. Dal 1980 si è più volte perfezionato sotto la guida di  Alirio Diaz, col quale si è anche esibito in duo, conseguendo diplomi di merito ed iniziando un’intensa attività concertistica presso varie associazioni Italiane, come solista e con diverse formazioni (duo di chitarra – chitarra ed oboe – chitarra e pianoforte – ensemble chitarristico – chitarra e orchestra) riscuotendo ovunque unanimi consensi di pubblico e di critica. Laureato in lettere moderne con tesi in Storia della musica sulle opere per chitarra di H.Villa-Lobos,  autore che spesso interpreta con predilezione e interesse, è docente di ruolo  presso la Scuola Media Statale “P. Leone” di Caltanissetta. Nel 1999 ha dato vita insieme all’oboista Angelo Palmeri al duo “Astor” che ha avuto modo di distinguersi presso le più prestigiose Istituzioni Musicali Italiane realizzando altresì importanti elaborazioni musicali per questo tipo di formazione. Insegna chitarra presso l’Istituto Superiore di studi musicali “V. Bellini” di Caltanissetta (sezione Pre-Afam). Nell’Aprile del 2004 si è esibito come solista in diversi centri della Sicilia con “L’Orchestra femminile Bulgara dell’Opera Nazionale di Sofia”. Nel Gennaio del 2005 ha eseguito in prima esecuzione assoluta per la città di Catanissetta il “Concierto de Aranjuez” di J. Rodrigo per chitarra e orchestra. Ha pubblicato opere per chitarra per conto delle “Edizioni Musicali Novecento”. Dall’ottobre del 2007 suona stabilmente in duo con Giulio Tampalini.  Fabio Maida suona con una chitarra del liutaio inglese Philip Woodfield Moore.  http://www.myspace.com/maidafabio

“è un ammirevole virtuoso della chitarra…ho ammirato la sua personalità musicale, l’emotività e il virtuosismo delle sue interpretazioni ” (Alirio Diaz)